Nati dallo Spirito

>> spiritualità cristiana ortodossa

versione beta

Com’è fatto Dio?

La nebulosa Elica, soprannominata l' "occhio di Dio" Natidallospirito.com ringrazia fr. Silvano Faletti, che ha tradotto quest'articolo dall'inglese, per la preziosa collaborazione. Dell'archimandrita citato nell'articolo, padre Basilios del monastero di Iviron, sul monte Athos, consigliamo vivamente il libro La bellezza salverà il mondo, nell'ottima traduzione pubblicata da Qiqaion. “Oh, se tu squarciassi i cieli e scendessi! Davanti…
CONTINUA A LEGGERE

Rivestiti di umiltà! (Isacco il Siro)

Una lampada in pieno sole è il giusto che non è sapiente. Un seme su una pietra è la preghiera di colui che ha rancore. Un albero senza frutti è l'asceta che non è compassionevole. Una freccia velenosa è la correzione [che viene] dall'invidia. Una trappola nascosta è il complimento [che viene] dal bugiardo. Un consigliere stolto è l'osservatore cieco.…
CONTINUA A LEGGERE

Cristo, capitano della nostra nave (Macario)

Come nel mondo visibile nessuno può percorrere e attraversare il mare da se stesso, se non ha una barca di legno agile e leggera che sola è in grado di muoversi sulle acque, perché se uno cammina sul mare affonda e muore, così è impossibile che un’ anima da se stessa percorra, oltrepassi e attraversi l’amaro oceano del peccato e il pericoloso abisso delle potenze…
CONTINUA A LEGGERE

Un cristiano può praticare lo yoga? Una prospettiva ortodossa

Esiste un modo in cui un cristiano può separare lo yoga dal suo ethos induistico, usare le sue tecniche, e continuare a rimanere un cristiano impegnato? Alcuni cristiani credono che ciò sia possibile. Affermano che lo yoga può fare molto per noi. Non solo può migliorare il nostro benessere fisico, ma può anche aiutarci a essere cristiani migliori, a patto…
CONTINUA A LEGGERE

Sii servo e libero (Giovanni Nano)

Disse anche [abba Giovanni Nano]: “Ai tuoi occhi siano tutti grandi e non umiliare chi è meno colto di te. Non pretendere il rispetto da nessuno ma con tutti sii umile e non adirarti di colui che ti tratta con superbia perché conosce poco; infatti è per la poca conoscenza che il fratello si insuperbisce contro suo fratello. Sii mansueto…
CONTINUA A LEGGERE

Un metodo per pregare la preghiera di Gesù insieme ai salmi

Una monaca ortodossa copta. I Padri del deserto egiziano usavano pregare frequentemente durante il giorno per ottemperare al comando del Signore "Pregate senza stancarvi mai" (Lc 18,1), "Vegliate e pregate in ogni momento" (Lc 21,36) e quello dell'Apostolo "Pregate incessantemente" (1Ts 5,17). Lo facevano utilizzando invocazioni brevi, che sant’Agostino definirà “scoccate” (da cui il termine ‘giaculatoria’…
CONTINUA A LEGGERE

Pentecoste, una nuova umanità (Matta el Meskin)

Foto rara di padre Matta el Meskin. In occasione dell’11° anniversario della nascita al Cielo di padre Matta el Meskin (8/6/2006-8/6/2017), Natidallospirito.com offre ai lettori un brano inedito sulla Pentecoste e sulla nuova creazione tratto da uno dei libri più belli di Matta el Meskin. Segnaliamo anche che per quest'anniversario è uscito dalle edizioni Qiqajon un volume…
CONTINUA A LEGGERE

La Chiesa copta ortodossa stabilisce il 15 febbraio “festa dei neo-martiri”

Icona dei 21 martiri di Sirte scritta da George Makary. Nella sua seduta plenaria del 2 giugno 2017, il Santo Sinodo della Chiesa copta ortodossa ha istituito una nuova festa dei martiri. Il 15 febbraio/8 amshir (secondo il calendario copto, detto "dei martiri") sarà il giorno della festa dei neo-martiri, vale a dire dei martiri copti…
CONTINUA A LEGGERE

Per conoscere a fondo la spiritualità di Matta el Meskin

È appena uscito dalle edizioni Qiqajon un volume dedicato interamente alla figura e alla spiritualità di padre Matta el Meskin, padre del deserto dei nostri giorni, che consigliamo a tutti i lettori che hanno tratto beneficio dagli scritti di questo monaco e che vogliano approfondire la sua storia. Al volume, unica monografia finora dedicata al santo egiziano, hanno partecipato teologi,…
CONTINUA A LEGGERE

Un consiglio di un monaco del deserto su come pregare continuamente (Cassiano)

[I fanciulli] non possono apprendere in altro modo la prima cognizione degli elementi relativi alla lettura, e neppure a ripeterne, scrivendo, i lineamenti, come pure a riscriverne i caratteri con mano sicura, se prima non si abituano a osservare con considerazione continuata e quotidiana imitazione la loro figura nei prototipi e nei segni già impressi diligentemente della cera; al modo stesso…
CONTINUA A LEGGERE
Facebook
Twitter
RSS

Cerca

 

Per essere aggiornati via EMAIL

Inserire qui il proprio indirizzo email:

ATTENZIONE: sarà necessario confermare l’iscrizione. Ti arriverà un’email per farlo. Segui le istruizioni.

Categorie

Libreria ortodossa

MATTA EL MESKIN